Europee 1984

Il 17 Giugno 1984 si svolgono le consultazioni per eleggere gli 81 deputati italiani del Parlamento Europeo, é la seconda volta perché si era già votato nel 1979, pochi giorni dopo le politiche, questa volta si vota un anno dopo ed il test é comunque interessante a livello politico, anche se, trattandosi di decidere solo un rappresentanza e non una maggioranza di governo, il voto è più libero, a causa dell’enorme numero di firme richiesto alle elezioni partecipano poche liste, solo quelle che potevano usufruire dell’esenzione dalle firme, il raffronto, politicamente, deve essere fatto non solo sulle Europee 1979 ma anche sulle politiche 1983.

RISULTATI

Partito Comunista Italiano

In questa sola consultazione di carattere nazionale il PCI si afferma come primo partito, anche se prevale sulla DC solo nella circoscrizione Centro, ottiene 11.641.955 – 33,32% e 27 deputati, +3.76% e + 3 seggi rispetto al 1979 (considerando anche il PdUP confluito nel PCI), rispetto alle politiche 1983 + 3,93%. Nel PE aderisce al gruppo Comunista con francesi, greci ed un danese.

Democrazia Cristiana

Arriva seconda ed é un a novità assoluta, vince comunque in 4 circoscrizioni su 5, ottiene 11.583.767 – 33,02% e 26 seggi, rispetto alle europee 1979 perde il 3,49% e 3 seggi, ma rispetto al 1983 recupera qualche cosa, il 0,09%, nel PE aderisce al Partito Popolare

Partito Socialista Italiano

3.940.445 voti , 11,21% e 9 seggi, gli stessi del 1979 anche a fronte di un leggero aumento (+0,18%), perde invece qualcosa rispetto alle politiche 1983:- 0,24%. Nel Parlamento Europeo aderisce al gruppo del Partito del Socialismo Europeo.

Movimento Sociale Italiano – Destra Nazionale

2.274.556 voti pari al 6,47% e 5 seggi, aumenta di 1,02% e di un seggio rispetto al 1979, perde invece lo 0,34% rispetto alle politiche 1983, bene nella Circoscrizione Meridionale con il 10,33% e due eletti, Giorgio Almirante ottiene 503.881 voti di preferenza, a Napoli città il 16,59%, nel PE aderisce al neo costituito gruppo delle Destre Europee con FN francese e EPEN greco.

Partito Repubblicano Italiano – Partito Liberale Italiano

I due partiti si presentano uniti, in precedenza era successo in qualche regione al Senato, ottengono 2.140.501 par il al 6,09% e 5 seggi (2 PRI e 3 PLI), gli stessi del 1979 quando avevano preso il PLI il 3,63% ed il PRI il 2,56%, perdono quindi il 0,10%, più pesante il calo rispetto al 1983 (PRI 5,08% . PLI 2,89%) pari al 1,88%, bene nel Nord-Ovest con il 9,07% e due eletti (Pininfarina 1726634 preferenze.), nel PE aderiscono al Gruppo del Partito Europeo dei Liberali, Democratici e Riformatori

Partito Socialista Democratico Italiano

1.225.462 voti pari al 3,49%, 3 seggi, perde 1 seggio e lo 0,93%, rispetto al 1983 perde il 0,60% che rapportato alla percentuale del partito non é poco, al PE aderisce, come il PSI, al gruppo del Partito del Socialismo Europeo.

Partito Radicale

1.199.876 pari al 3,41% e 3 eletti, rispetto al 1979 perde il 0,26% ma mantiene gli stessi seggi, rispetto al 1983 avanza di 1,22%, ottiene il maggior punteggi nelle Isole (4,85%) ma i deputati sono eletti nel Nord.Ovest, Centro e Sud, tra questi, con 132.416 voti nel Nord-Ovest, Enzo Tortora, popolare presentatore Tvb. vittima di un errore giudiziario che lo aveva portato in galera.I tre radicali non aderisco a gruppi rimanendo nei non iscritti.

Democrazia Proletaria

Il partito alla sinistra del PCI si é ritagliato un piccolo spazio elettorale, prende 506.753 voti pari al 1,44% e riconferma il seggio del 1979, aumentando del 0,72%, rispetto al 1983 stabile(-0,03%), in PE aderisce all’eterogeneo Gruppo Arcobaleno, il seggi o é ottenuto nel Nord-Ovest (1,92%).

Sudtiroler Volkspartei

Presente solo nella Circ. Nord-Est ottiene 198.220 e riconferma il seggio del 1979 (0,56%), 170.788 voti in provincia di Bolzano (63,07%), il deputato eletto, Joachin Dalsass, aderisce al gruppo del PPE.

Federalismo – Europa dei Popoli

Formato dal Partito Sardo d’Azione e dall’Union Valdotaine, ottiene 193.430 voti pari al 0,55% ed un eletto, nella Circ,. Isole, il sardista Michele Colombu, nel resto d’Italia non ottiene grossi risultati (tranne che in Valle d’Aosta con il 24,80%), aderisce al Gruppo Arcobaleno.

Liga Veneta

Forte del risultato del 1983 (1 deputato ed un senatore) si presenta in tutta Italia, ottiene 164.115 voti pari al 0,47% ed é l’unica lista che non ottiene seggi, anche se non ci va lontano. Ovviamente il miglior risultato é nel Nord-Est con 1,59% (in provincia di Vicenza 5,21%).

Precedente Elezioni Politiche 1983 Successivo Elezioni Politiche 1987